Archivi tag: scuola di san marco

Soggetti svelati al Museo di San Marco: il “pranzo mistico” di Santa Chiara e San Francesco

Intera

Che ci siano San Francesco e Santa Chiara attorno ad una piccola mensa imbandita, è palese. Per il resto, son più dubbi che certezze. Stiamo parlando di un olio su tela esposto nel Refettorio Grande del Museo di San Marco. Poco studiato, attrae i curiosi di soggetti rari e di nature morte. Se ne sta in disparte, fra una Plautilla Nelli e un Ridolfo del Ghirlandaio, meritando, di sicuro, una maggiore considerazione. “Anonimo fiorentino sec. XVI” -si legge nella didascalia- Cena mistica di San Francesco e Santa Chiara. Dipinto su tela. Provenienza: Firenze, Convento di San Marco”. Tutto qui? La stringatezza, in realtà,  nasconde molti  interrogativi irrisolti. Chi l’ha dipinto? E quando? E da dove viene? Ma, soprattutto, che cosa raffigura veramente? Continua a leggere

La Madonna della Cintola: un soggetto misterioso finalmente decifrato.

Giovanni Antonio Sogliani - Madonna della Cintola (1521) - Firenze, Museo di San Marco

Giovanni Antonio Sogliani – Madonna della Cintola (1521) – Firenze, Museo di San Marco.

Il visitatore del Museo di San Marco che – il volto effuso ancora della pace ispiratagli dal chiostro di Michelozzo e dalle visioni angelichiane dell’Ospizio – si avventuri a varcare la soglia del Refettorio Grande, non di rado lo vedrete assumere ben presto un’espressione perplessa, ristare pensieroso ed accigliato, scuotere il capo dinnanzi all’omertà dei cartellini, inveire contro il vademecum portato da casa o acquistato sul posto, per risolversi infine – extrema ratio – a chieder lumi al più vicino addetto alla custodia.

Costui sarà dunque condotto dinnanzi a un dipinto raffigurante, in alto, la Vergine Maria sporgentesi di tra le nuvole e tra putti e, in basso, attorno a un sepolcro vuoto di salma ma colmo di fiori, un gruppetto di santi tra i quali uno, in ginocchio, lo sguardo alla Vergine, che sembra stia per ricevere da costei un qualcosa che somiglia a un nastro o ad una cordicella. “Madonna della Cintola” recita ermetico il cartellino. E ce n’è un altro identico più avanti – avverte il visitatore – e un altro ancora, alla parete opposta: tutte Madonne della Cintola, tutte! Ma che cos’è, che significa? –

Continua a leggere

In mostra a Brescia: Fra Bartolomeo, Mariotto Albertinelli e la Scuola di San Marco. Per la prima volta lascia Londra la Sacra Famiglia della National Gallery.

locandina mostra

In attesa della riapertura della Pinacoteca Tosio Martinengo, il Museo di Santa Giulia a Brescia continua ad offrire piccoli e preziosi eventi espositivi dedicati ai maestri del Rinascimento. Dopo Giorgione e Savoldo, e prima di Raffaello, è la volta di Baccio della Porta, meglio noto come Fra Bartolomeo (1472-1517), frate pittore domenicano e savonaroliano che, assieme, ad Andrea del Sarto, fu il massimo esponente della pittura fiorentina ai primi del Cinquecento. (“Fra Bartolomeo. Sacra famiglia a Modello“, fino al 18 gennaio 2015). Solo tre le opere in mostra, splendide e sorprendenti. Protagonista indiscussa, capolavoro di equilibrio e grazia, la Sacra Famiglia di Fra Bartolomeo, che la National Gallery di Londra concede in prestito per la prima volta in assoluto. Continua a leggere